Amministrazione Trasparente - Obblighi di pubblicazione 2024

Obblighi Trasparenza 2024
Tante novitÓ sulla Trasparenza: facciamo chiarezza

Come noto, nell'ultimo periodo la disciplina della trasparenza Ŕ stata oggetto di notevoli mutamenti che hanno interessato gli obblighi di pubblicazione di cui originariamente al D.lgs 33/2013.

Al fine di comprendere al meglio come rispettare i nuovi obblighi di trasparenza in questo nuovo scenario, Ŕ necessario distinguere l’ambito relativo al ciclo di vita dei contratti pubblici rispetto a quello relativo a tutti gli altri obblighi di pubblicazione.

Bandi di gara e contratti

Relativamente al primo ambito, al fine dell’assolvimento degli obblighi di trasparenza Ŕ necessario che le Stazioni Appaltanti:

  1. comunichino alla Banca Dati Nazionale dei Contratti Pubblici (BDNCP), mediante le piattaforme di approvvigionamento digitale (ad esempio il MePA), tutte le informazioni richieste dalla norma;

  2. pubblichino nella sezione Amministrazione Trasparente del proprio sito istituzionale, ulteriori informazioni, sia di carattere generale, sia relative alle singole procedure, NON previste nella BDNCP, ma esplicitamente richieste dalla norma.

Altre aree dell’Amministrazione Trasparente

Ma importanti novitÓ riguardano anche le altre aree dell’Amministrazione Trasparente fuori dal perimetro dei “bandi di gara e contratti”. A fine novembre si Ŕ aperta la consultazione sugli schemi di pubblicazione con l'obiettivo di fornire i modelli da utilizzare per l’organizzazione, la codificazione e la rappresentazione delle informazioni oggetto di pubblicazione obbligatoria sia nella sezione Amministrazione Trasparente dei siti istituzionali delle amministrazioni che nella Piattaforma Unica della Trasparenza.

Approfondisci con i nostri esperti

Qualche dettaglio

Relativamente all’ambito della trasparenza dei contratti pubblici, in data 29 dicembre 2023, con la Delibera ANAC n. 601, Ŕ intervenuto l'aggiornamento con cui l'AutoritÓ ha individuato gli atti, le informazioni e i dati relativi al ciclo di vita dei contratti pubblici oggetto di trasparenza nella sezione "Bandi di gara e contratti", di cui all'art. 37 del decreto trasparenza e dell’art. 28 del codice degli appalti. Per le procedure avviate dopo il 1/1/2024, si precisa che al fine di assolvere gli obblighi di pubblicazione di cui all’articolo 37 del decreto trasparenza, le stazioni appaltanti e gli enti concedenti:

  1. comunicano tempestivamente alla BDNCP, tramite le piattaforme di approvvigionamento digitale (Es. MePA), ai sensi dell’articolo 9-bis del citato decreto, tutti i dati e le informazioni, individuati nell’articolo 10 del provvedimento di cui all’articolo 23 del codice;
     
  2. pubblicano nell'area Amministrazione Trasparente del sito istituzionale le ulteriori informazioni, dati e documenti per cui NON si prevede la trasmissione alla BDNCP (si noti che l'assolvimento degli obblighi di pubblicazione non si esaurisce con i dati comunicati alla BDNCP, ma prevede appunto che specifiche informazioni vengano pubblicate nell'area Amministrazione Trasparente del sito istituzionale). In particolare Ŕ necessario che siano pubblicate le seguenti informazioni:
  1. per ogni procedura, un collegamento ipertestuale che rinvia ai dati relativi al ciclo di vita del contratto contenuti nella BDNCP secondo le regole tecniche di cui al provvedimento adottato da ANAC ai sensi dell’articolo 23 del codice;
     
  2. per ogni procedura, i dati e le informazioni che NON devono essere comunicati alla BDNCP, come individuati nell’Allegato 1) alla Delibera 601/2023;
     
  3. atti e documenti di carattere generale riferiti a tutte le procedure, come individuati nell’Allegato 1) alla Delibera 601/2023. 

Aggiornamento delle soluzioni ISWEB dedicate alla Trasparenza

A partire dalla settimana del 15 gennaio 2024 saranno avviate le attivitÓ di aggiornamento delle piattaforme ISWEB dedicate alla trasparenza, con l’obiettivo di predisporre il popolamento automatico del portale con i dati delle procedure comunicati dalla stazione appaltante alla BDNCP, non appena saranno resi completamente operativi da ANAC gli strumenti di interoperabilitÓ con la BDNCP stessa.

GiÓ nella prima fase sarÓ comunque possibile gestire, anche massivamente, i dati e le informazioni, come previsto dal nuovo quadro normativo sulla trasparenza.

Considerata anche la portata dell’aggiornamento sarÓ nostra cura tenervi continuamente aggiornati. 

Adempimenti ex L. 190/2012

In data 10 gennaio 2024, l’AutoritÓ ha precisato che gli enti e pubbliche amministrazioni non dovranno pi¨, per alcuna procedura contrattuale, predisporre il file XML ed inviare ad ANAC la PEC, entro il 31 gennaio, con indicazione del luogo di pubblicazione di detto file.

La disciplina Ŕ la seguente:

Per i contratti conclusi entro il 2023: gli obblighi di pubblicazione dei dati in questione risultano adempiuti pubblicando nella sezione “Amministrazione trasparente” sottosezione “Bandi di gara e contratti” le informazioni di cui all’art. 4 della delibera 39/2016 in formato digitale standard aperto, secondo le modalitÓ indicate dalla stessa delibera. 

Per i contratti non conclusi entro il 2023: la trasparenza degli stessi dati giÓ previsti dall’art. 1, co. 32 della l. 190/2012 e ora indicati nell’art. 28, co. 3 del nuovo codice, Ŕ assolta mediante comunicazione tempestiva degli stessi, cioŔ nell’immediatezza della loro produzione, alla BDNCP tramite SIMOG (cfr. Comunicato congiunto ANAC-MIT, delibera 582 del 13 dicembre 2023). Le stazioni appaltanti pubblicano in “Amministrazione Trasparente”, sottosezione “Bandi di gara e contratti”, il link tramite il quale si accede alla sezione della BDNCP dove sono pubblicate, per ogni procedura di affidamento associata a un CIG, tutte le informazioni che le stazioni appaltanti hanno trasmesso attraverso SIMOG. 

Per i contratti la cui procedura si avvia dal 1░ gennaio 2024: la trasparenza dei dati giÓ previsti dall’art. 1, co. 32 della l. 190/2012, e ora indicati nell’art. 28 co. 3 del nuovo codice, Ŕ assolta mediante la trasmissione degli stessi dati alla BDNCP attraverso le piattaforme di approvvigionamento digitale certificate. Le stazioni appaltanti e gli enti concedenti inseriscono sul sito istituzionale, nella sezione "Amministrazione trasparente", un collegamento ipertestuale che rinvia ai dati relativi all’intero ciclo di vita del contratto. 

CONTATTACI PER MAGGIORI INFORMAZIONI SUL RIUSO DELLA SOLUZIONE PAT - Portale Amministrazione Trasparente

Compila il form per maggiori informazioni

5 * 7