Unico software a riuso

È l'unica soluzione disponibile al riuso per adempiere agli obblighi di pubblicità e trasparenza. Rappresenta la scelta privilegiata secondo le Linee Guida di Acquisizione e Riuso.

Conforme al quadro normativo

Garantisce sempre la piena compliance ed il tempestivo aggiornamento al quadro normativo di riferimento.

Previene l'applicazione di eventuali sanzioni

Dotato di strumenti operativi di controllo garantisce sempre la validità formale delle informazioni inserite.

Semplicissimo da utilizzare

Le procedure guidate consentono l'inserimento dei dati anche da parte di redattori privi della totale conoscenza del quadro normativo.

Integrabile ed interoperabile

Con i gestionali in uso presso l’ente e con le banche dati nazionali favorendo l’attuazione del principio “once only”.

Assistito

La continuità del servizio è assicurata dal supporto tecnico dedicato 24/7/365 e dal supporto normativo specializzato.

Il Software

Il Portale Amministrazione Trasparente (PAT) è la soluzione applicativa dedicata alla gestione e alla pubblicazione delle informazioni che permette di adempiere agli obblighi di pubblicità e trasparenza resa disponibile da AgID - Agenzia per l'Italia Digitale - su Developers Italia, la vetrina dei software a riuso.

Il Portale Amministrazione Trasparente è costituito da:

  • Il Gestionale PAT, l'ambiente di back office che costituisce lo strumento di ausilio fondamentale per gli uffici chiamati ad adempiere agli obblighi imposti dalla legge, senza richiedere la conoscenza approfondita del quadro normativo di riferimento e competenze tecniche specifiche
  • Il Portale della Trasparenza, l'ambiente di pubblicazione caratterizzato da una struttura informativa circolare e correlata grazie alla quale l'utente può seguire un percorso logico di navigazione che conduce ad individuare velocemente le informazioni di suo interesse

L'AgID ha affidato ad ISWEB lo sviluppo e la manutenzione del software PAT, insieme a tutte le attività di avvio e adeguamento necessarie al rispetto costante del quadro normativo e tecnologico, in continua evoluzione.

Richiedi una demo

Il contesto di riferimento

Le nuove Linee Guida di acquisizione e riuso del software promosse da AgID hanno delineato le fasi di valutazione e il processo di acquisizione del software da parte di una Pubblica Amministrazione, privilegiando la scelta di quelli a riuso pubblicati nel catalogo di Developers Italia.
Il riuso prevede la possibilità per la Pubblica Amministrazione di accedere gratuitamente a soluzioni applicative sviluppate per conto di altri enti e messe a disposizione per consentire una razionalizzazione degli investimenti tecnologici da parte delle altre PPAA, potenziali utilizzatori.
In altre parole, qualora a riuso sia presente una soluzione in grado di soddisfare le esigenze individuate, il processo di valutazione si ritiene concluso e la PA può procedere all'approvvigionamento.

La scelta privilegiata del riuso viene ripresa e rafforzata anche nel Piano Triennale per l'Informatica nella PA 2020-2022 che identifica proprio nel riuso la condizione necessaria per il miglioramento qualitativo dei servizi pubblici digitali e ne incentiva la diffusione del modello invitando le Amministrazioni Pubbliche a dichiarare all’interno del catalogo di Developers Italia quali software di titolarità di un’altra PA hanno preso in riuso.
Riuso significa condivisione. Condivisione di software e di competenze. L'unica prerogativa per ridurre la frammentazione che caratterizza il contesto in cui opera la PA.

Hanno preferito

AgID Mit IPZS: Policlinico e zecca dello stato italiano Enac Aci Gallerie degli Uffizi

Perchè scegliere PAT?

  • È la soluzione più completa e diffusa per la gestione degli obblighi di trasparenza, scelta da oltre 400 enti e società partecipate
  • È l’unica soluzione disponibile al riuso per adempiere agli obblighi di pubblicità e trasparenza, e quindi rappresenta la scelta primaria secondo le Linee Guida di Acquisizione e Riuso del software nella PA
  • È interoperabile by design: integrabile ed interoperabile con i gestionali in uso presso l’ente e con le banche dati nazionali (SCP, PerlaPA) favorisce l’attuazione del principio “once only” evitando il duplice inserimento delle informazioni e consentendo la creazione di efficienti flussi di pubblicazione
  • Genera automaticamente i file in open data rendendo disponibili agli utenti le informazioni in forma aperta ed interoperabile
  • Permette di creare, validare e pubblicare il file XML ANAC da trasmettere entro il 31 gennaio di ogni anno all'Autorità (Adempimenti Legge 190/2012 art. 1, comma 32)
  • È sempre aggiornata rispetto al quadro normativo: recepisce tempestivamente l’evolversi della normativa di riferimento
  • È accessibile: in rispetto delle nuove Linee Guida sull'Accessibilità degli Strumenti Informatici promosse da AgID nonchè della legge 4/04 (Legge Stanca) aggiornata dal decreto legislativo 10 agosto 2018 n. 106 e ai requisiti di cui al punto 9 della norma UNI EN 301549:2018 che equivalgono alla conformità con il livello AA delle WCAG 2.1
  • È dotata di strumenti operativi di controllo che garantiscono la validità formale delle informazioni inserite al fine di prevenire l'applicazione di eventuali sanzioni
  • Offre garanzie di continuità del servizio ed è supportata da help desk telefonico dedicato, tecnico e normativo, su numero verde gratuito
  • I servizi di supporto al riuso sono disponibili sul MEPA
Contattaci

Compila il form per maggiori informazioni

Preso atto dell'informativa Privacy riportata al seguente link, ai sensi dell'Art.7 del GDPR (679/2016), esprimo il mio consenso libero ed informato al trattamento dei miei dati personali per le finalità, con le modalità e nei limiti sopra illustrati.

Sezione attualmente non disponibile